Il carrello è vuoto

Guernica in 3d realizzata in crochet, tricot e ricamo

L’associazione Sul Filo dell’Arte, che rielabora opere artistiche con la tecnica dell’urban knitting (lavori a maglia in luoghi pubblici) si misura con il cubismo.

Ha infatti interpretato tridimensionalmente una celebre opera di Picasso, per omaggiarlo nell’ottantesimo anniversario del bombardamento di Guernica.

La cittadina spagnola di Guernica ha un triste primato: è stata la prima città in assoluto ad aver subìto un bombardamento aereo. Questo avvenne la sera del 26 aprile del 1937 ad opera dell’aviazione militare tedesca. L’operazione fu decisa con freddo cinismo dai comandi militari nazisti semplicemente come esperimento. In quegli anni era in corso la guerra civile in Spagna, con la quale il generale Franco cercava di attuare un colpo di stato per sostituirsi al legittimo governo. In questa guerra aveva come alleati gli italiani e i tedeschi. Tuttavia la cittadina di Guernica non era teatro di azioni belliche, così che la furia distruttrice del primo bombardamento aereo della storia si abbatté sulla popolazione civile uccidendo soprattutto donne e bambini.

Quando la notizia di un tale efferato crimine contro l’umanità si diffuse tra l’opinione pubblica, Picasso era impegnato alla realizzazione di un’opera che rappresentasse la Spagna all’Esposizione Universale di Parigi del 1937. Decide così di realizzare questo pannello che denunciasse l’atrocità del bombardamento su Guernica.

Per questa installazione, c’è voluto più di un anno di lavoro; hanno messo in gioco le proprie capacità di lavoro a maglia, lavoro all’uncinetto, ricamo, ma anche di falegnameria, analisi, progettazione, tempificazione; hanno dovuto costruire le sagome di polistirolo che riproducono in tre dimensioni le figure del famoso murale, il materiale poi usato per ricoprire le sculture è un filato di cotone in scala dei grigi più qualche tocco di rosso e giallo.

Espongono quest’omaggio a Pablo Picasso dal 22 al 27 maggio in Via Daverio Francesco 7, a Milano alla Società Umanitaria, presso la sala Bauer. Dalle ore 10.00, l’ingresso è gratuito.

Lavora con noi